Premio “Salvatore Zuppardo” III edizione

Giorno 16 novembre presso un’affollata sala Gagliardi in Noto, si è tenuta la premiazione della terza edizione del premio Salvatore Zuppardo.
La serata si apre con il saluto del Sindaco che nel suo intervento ha ricordato la figura di Salvatore Zuppardo, il suo spessore umano e professionale impossibile da dimenticare ricordando ai presenti che “L’amore vince sempre sulla morte. La memoria che cos’è se non amore?”
Rispetto allo scorso anno, il Premio ha visto l’introduzione di una sezione riservata agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado dal titolo “La scuola per Totò”.
Il tema del premio di quest’anno è stato “Sud-est37”.
Vincitore della sezione letteraria categoria prosa è stato il racconto del giovane di Melilli Sebastiano Giucastro con il suo “I ‘nchinati di Santu Cristu”; per la categoria poesia il vincitore è stato Orazio Minnella, con la poesia “Alba trizzota”.Il racconto vincitore ricorda il giorno della Pasqua a Melilli, la poesia invece ci regala l’affresco di un’alba ad Acitrezza. Il giovane Giucastro ringrazia emozionato l’Associazione e afferma che “il Val di Noto è un territorio comune che lega tutti noi”; il catanese Orazio Minnella ringrazia calorosamente l’Associazione per il riconoscimento e parla del suo amore per la poesia e per il suo paese accennando ad altre opere poetiche di sua produzione.
Gli scritti vincitori sono stati interpretati magistralmente da Salvatore Figura, dell’Associazione Corteo Barocco.
I partecipanti al concorso letterario sono stati 8 in totale. La giuria del concorso letterario è stata composta dalla prof.ssa Giovanna Sfiligoi, dall’avvocato e scrittrice Concita Gallo e dalla prof.ssa Rosa Cantamessa, segretaria dell’Associazione.
Il già collaudato concorso fotografico ha visto la partecipazione di 25 concorrenti.
La sezione “La scuola per Totò” è stata vinta da Celine Impera con la foto “Uno sguardo alla mia Città” che ha totalizzato 129 like su Facebook.
    
Il presidente ha ribadito l’importanza della partecipazione dei ragazzi perché attraverso uno scatto si può conoscere il nostro territorio e dunque tutelarlo e valorizzarlo.
Quest’anno la giuria del concorso fotografico, composta dal presidente Corrado Zuppardo, dall’architetto Corrado Papa e dall’architetto Vincenzo Papa, ha conferito una menzione speciale a Tommaso Latina con la fotografia “La fede e il folklore”, dove l’autore è riuscito a racchiudere fede,folklore e architettura richiamando alla mente gli scatti di fotografi siciliani come Ferdinando Scianna e Enzo Sellerio.
Il premio della giuria popolare è stato attribuito al giovane Antonio Iraci di Priolo Gargallo ed alla sua foto “Folklore: tra Barocco e Medioevo” che ottiene 531 like.
   
La foto vincitrice del concorso fotografico è quella di Giuseppe Iuvara con “L’amore nel Sud-est37”.
“L’amore è la vera forza che muove il mondo e che ci accomuna tutti; anche stasera, qui, si sta compiendo un atto d’amore. La natura e il nostro territorio dovrebbero essere amati e rispettati da tutti noi” commenta Iuvara facendo riferimento alla fotografia vincitrice rappresentante due magnifici volatili variopinti da lui immortalati nell’atto di amarsi.
    
I dati di questa edizione contano 14.500 persone raggiunte e 4,500 sono i votanti delle fotografie sulla pagina Facebook dell’associazione culturale.
Un grazie davvero grande a tutti gli artisti che hanno partecipato e hanno reso possibile questo evento, grazie ai nostri giudici arch. Corrado Papa, arch. Vincenzo Papa, la prof. Giovanna Sfiligoi e l’avv. Concita Gallo, all’attore Salvatore Figura per la sua interpretazione, ad Andrea Alderuccio per aver realizzato i bellissimi premi, ad Emanuela Volcan, Ottavio Gintoli e Tutto su Noto per aver testimoniato la nostra iniziativa.
Grazie a tutti coloro che il 16 novembre erano presenti in Sala Gagliardi e arrivederci alla prossima edizione, sperando che gli artisti di questa edizione confermino la loro partecipazione e se ne aggiungano molti altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *